Get in touch

Cybersteel Inc.
376-293 City Road, Suite 600
San Francisco, CA 94102

Have any questions?
+44 1234 567 890

Drop us a line
info@yourdomain.com

About us

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit.

Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec.

IT
Orari: lun.–dom. dalle 9.30 h +49 2672 95050-0

Il castello di Eltz, un sito unico al mondo

Il castello di Eltz è unico al mondo, perché è sopravvissuto a tutte le guerre ed è sempre rimasto in possesso della stessa famiglia. La sua architettura incomparabile presenta arredi originali di otto secoli, mentre la Sala del Tesoro e la collezione d’armi comprendono lavori d’oreficeria e argenteria di fama mondiale. Questo castello si erge su una rupe rocciosa e nello stesso tempo in una vallata in mezzo alla foresta di Eltz, una riserva naturale bellissima, piena di piante e animali rari. Inoltre può essere raggiunto da vari interessanti sentieri escursionistici, che lo rendono un luogo ideale per attività ricreative in famiglia.

Questo capitolo mette in evidenza le peculiarità del nostro castello, considerato «la quintessenza di un castello medievale». (Georg Dehio). Troverete una grande quantità di informazioni sui seguenti argomenti: Architettura e sito, Pianta e storia della costruzione, Visita guidata, Sala del Tesoro, Vecchie vedute del castello e Riserva naturale di Eltz.

Vi diamo il benvenuto nella casa dei nostri antenati.

Johann Jakob Graf zu Eltz.

Un’architettura e un sito eccezionali

Il castello di Eltz è caratterizzato dalla sua architettura eccezionale con bovindi, cuspidi, costruzioni a graticcio, tetti a forte pendenza e otto torri che arrivano a 35 metri d’altezza. Per chi lo vede per la prima volta sembra «la quintessenza di un castello medievale».  

I suoi dintorni non sono meno eccezionali: circondato dalla foresta, immerso in una valle e lontano da qualsiasi costruzione moderna, è un luogo ideale per scoprire l’atmosfera tipica del Medioevo.  

La galleria fotografica qui sotto mostra il castello da diverse prospettive.

Vista in sezione, pianta del castello e storia della costruzione

Vista in sezione del castello

Il castello fu costruito su un sito strategico già occupato dai celti e dai romani per assicurare la strada dalla Mosella alle montagne dell’Eifel attraverso il fertile Maifeld. Qui i signori di Eltz erano al sicuro fino all’avvento di potenti macchine d’assedio come il trabucco. Nel 1336, Baldovino di Lussemburgo, principe elettore di Treviri, li installò sulle torri vicino al castello e i signori di Eltz furono costretti alla fine a sottomettersi.

Pianta del castello

Questa pianta del castello mostra gli edifici un tempo occupati dai vari rami della famiglia di Eltz, così come il cortile e gli elementi difensivi esterni.

Per ulteriori informazioni sulla famiglia di Eltz, vedere Storia della costruzione e Nove secoli di storia europea nel capitolo Storia.

Visita guidata - Un viaggio attraverso nove secoli di storia

Una visita guidata al castello di Eltz (vedi capitolo «Orari e biglietti» per i dettagli pratici) è un’occasione unica per fare un viaggio emozionante e arricchente attraverso nove secoli di storia e architettura.  

Questa visita permette di scoprire vari aspetti dell’architettura del Medioevo e dell’inizio dell’età moderna, così come degli interni autentici e perfettamente conservati. Potrete ammirare opere d’arte di importanza regionale, nazionale ed europea, una collezione di armi antiche e oggetti di vita quotidiana degli ultimi otto secoli.
 

La galeria fotogrfica qui sotto vi dà una prima impressione dell’interno del castello di Eltz.  

Sala del Tesoro

Questa sala ospita una delle più importanti collezioni europee di armi e oggetti preziosi, con oltre cinquecento opere realizzate in un periodo di nove secoli.  

Vedrete pezzi di argenteria fatta principalmente ad Augusta e Norimberga, così come sontuosi vetri e porcellane, gioielli notevoli, armi da guerra e da torneo e varie curiosità. 

La galleria fotografica qui sotto mostra le vedute del castello degli ultimi tre secoli.

Informazioni importanti per tutti i visitatori

La Sala del Tesoro non è inclusa nella visita guidata, ma il biglietto d’ingresso permette l’accesso gratuito durante le ore di apertura. 
Tutti gli oggetti esposti sono accompagnati da note esplicative in tedesco.
 
Un opuscolo in inglese è anche disponibile gratuitamente nel negozio del castello. 

Vecchie vedute del castello di Eltz

Le famiglie nobili persero gradualmente interesse per i loro castelli alla fine del Medioevo. Di conseguenza, le rappresentazioni di queste residenze nobiliari sono molto rare prima del XVIII secolo e appaiono principalmente sugli alberi genealogici per attestare l’anzianità della stirpe. 

Le cose cambiarono drasticamente dopo il 1800, cioè nel periodo romantico. Il castello di Eltz ha attirato molti artisti da tutta Europa. Lo poeta francese Victor Hugo e il pittore britannico William Turner sono gli unici che possono essere menzionati qui. 

Gli innumerevoli disegni e resoconti delle visite al castello a partire dal 1820 possono essere visti come l’equivalente degli account Instagram di oggi. 

Nella Galleria troverete le immagini del castello di tre secoli.

In mezzo a una bellissima riserva naturale

Il castello di Eltz, che si trova nel mezzo di una foresta, lontano da tutte le strade e da edifici moderni, più di qualsiasi altro edificio storico, fa sognare un Medioevo incontaminato.  

 Gli oltre trecento ettari della foresta di Eltz formano una riserva naturale classificata «Natura 2000». Ci sono prati umidi vicino al ruscello Elzbach, così come vecchi «louhhecken», il termine lussemburghese per il ceduo di quercia, la cui corteccia forniva tannino. La foresta è anche un arboreto, con molte specie di alberi endemici ed esotici. 

l suo sottobosco e le sue zone acquatiche e umide ospitano una grande biodiversità e diverse specie vegetali e animali particolarmente rare.  

Per mantenere l’eccezionale qualità di questo biotopo, è importante che il pubblico, a piedi, a cavallo o in macchina, non esca dai sentieri segnalati e dalle strade autorizzate. La conservazione della riserva naturale di Eltz è affare di tutti.